Anima Morte - Intervista (ITA)


1) Salve Anima Morte, è un po' noioso fare la solita domanda introduttiva, quindi diciamo che siete un band di prog rock influentaza dalle colonne sonore dei film horror, partendo da Frizzi e i Goblin fino ad arrivare a Carpenter (se non siete d’accordo correggeteci) quindi la domanda è: come vi è venuto in mente di mettere su un gruppo horror strumentale?
Bhe scrivevo musica strumentale (già prima degli Anima Morte, a fine anni novanta, sempre di stampo cinematico ma poi la voglia di fare roba più anni 70 ha necessitato l’ingresso di più persone. All’inizio non doveva nemmeno essere una band,ma più un collettivo, coinvolgendo di volta in volta persone adatte al compito poi Io, Teddy, Stefan e Daniel abbiamo lavorato molto bene come nucleo di questo progetto. Mattias Olsson con cui abbiamo lavorato negli ultimi due Album è anche lui uno dei Masterminds. Più che altro cerchiamo di non essere troppo seri perché prima di tutto vogliamo che la musica sia un divertimento.

2) Visto che i vostri LP sembrano delle soundtracks di un film, vi hanno mai richiesto di scrivere qualcosa per un film? Se poteste scegliere un film da qualunque era e scriverci la colonna sonora, quale sarebbe?
Ce n’è stata qualcuna, ma non abbiamo potuto realizzarla perché eravamo troppo occupati a registrare disc etc. Se potessi scegliere un film da qualunque era…probabilmente sarebbe un film muto di quelli oscuri? Domanda difficile.

3) La vostra pagina Facebook cita per l'appunto influenze come Morricone, Frizzi e i Goblin; tutti musicisti italiani di spicco. Avete collaborato anche coi Cripple Bastards per la traccia extra dell’edizione redux di “Misantropo a Senso Unico”. Vi piace anche la scena Punk\Metal italiana? E quella del vostro Paese? Cosa trovate di così interessante nel sound del prog italiano?
Bhe, siamo “dentro” ogni genere di roba, dal metal estremo al punk fino alla musica classica, senza riserve, davvero. Non conosco la scena punk italiana ma quella prog ha tirato fuori davvero dei bei gruppi. Penso che il prog italiano mi piaccia per la stessa ragione di quello svedese, ovvero la voglia di sperimentare pur mantenendo comunque un’oscurità e una malinconia di fondo.

4) Zan (uno dei due dietro a questo blog) è un mega fan dei Cripple Bastards, ditegli come è stato lavorare con del loro materiale.
Hahah è stato grande, ci hanno scritto e chiesto se volevamo collaborate su questa traccia che aveva un feeling da “film giallo” che si sposava bene con noi. Siccome amiamo fare queste collaborazioni divertenti e inaspettate, abbiamo ovviamente detto di sì! Ci hanno mandato quello che avevano registrato e ci abbiamo aggiunto un po' di mellotron e overdubs con synth analogico; poi abbiamo rimandato veloce, sporco e molto divertente!

5) Diteci cinque dischi e/o colonne sonore che trovate fondamentali… magari diteci anche i vostri film horror/gialli/splatter preferiti.
Facile e difficile allo stesso tempo:
  • Goblin - “Suspiria” (inquietante e molto avanti per i tempi per molti aspetti)
  • Fabio Frizzi- “L’aldilà…e tu vivrai nel terrore” (una delle migliori colonne sonore horror mai scritte)
  • Ennio Morricone- “la Cosa” (semplice, efficace e claustrofobica)
  • Stelvio Cipriano - “Paura sulla città contaminata” (roba classica di zombie e puro divertimento)
  • Goblin - “L’alba dei morti viventi” (ha definito un genere).
Per quanto riguarda i film,oltre a quelli succitati,direi quelli di Argento e Fulci nel periodo d’oro dell’horror. L’aspetto che trovo pù interessante è trovare gemme nascoste nel genere che magari non conosco bene. Se infatti conosci qualche colonna sonora che merita, fammi sapere.


6) Che tipo di strumentazione utilizzate per avere questo suono così particolare? Roba vintage o moderna?
Tutte e due. Utilizziamo un sacco di vecchi e strani strumenti tipo il mellotron che è una macchina a nastro, un sacco di sintetizzatori analogici diversi insieme a strumenti veri come il bouzouki, vibrafoni, chitarre varie, clavicembali etc.

7) State programmando un nuovo disco?
Hhhm... quando stavamo registrando “Upon Darkened Stains” ci siamo detti che sarebbe stato l’ultimo in termini di dischi, ma poi passa il tempo e ti dimentichi quanto lavoro ci vuole a fare una cosa del genere e non puoi mai dire mai etc. Tuttavia non faremmo più cose cosi “grandi” come un album ma probabilmente più singoli e EPs durante il prossimo anno. Abbiamo anche qualcosa di speciale connesso all’Italia eheheh!

8) Horror Records ha fatto uscire due vostri LPs in vinile (qui abbiamo “Face the Sea of Darkness” color bronzo). Continuerete a far uscire le versioni viniliche con loro? Vi piacciono i vinili? Li collezionate? Se sì, qual è la vostra gemma più preziosa?
Al momento la Transubstans, la nostra label, ha fatto uscire il nostro ultimo album Upon Darkned Stains. Penso che il vinile sia veramente un bel formato, anche perché l’artwork è più grande etc. C’è qualcosa di speciale nell’ascoltarlo in termini di esperienza. La mia gemma più preziosa….hhhmm hahhaha certamente un “Stay Hungry” dei Twisted Sister che ho avuto a sei anni e poi anche la colonna sonora di “Jaws”(“lo Squalo”) che ho consumato crescendo.

9) Cosa dovrei aspettarmi da uno show degli A.M.? In che contesti suonate? Solo con gruppi prog o stili misti?
Di solito non suoniamo, abbiamo avuto qualche offerta ma per varie ragioni non siamo riuscita a farcela ma ci sarà di sicuro un giorno in cui suoneremo in un contesto horror cinematografico, magari in un vecchio teatro con macchine per la nebbia sarebbe perfetto!

10) Avete side projects?
Hahah certo! Ho suonato nei Loch Vostok con Teddy. Daniele, Teddy ed io abbiamo suonato in un gruppo death chiamato Flagellation. Ho anche dei progetti da solista. Teddy suona nei thrashers F.K.Ü. Stefan ha poi qualche gruppo punk di tanto in tanto.

11) Ok la tortura è finita, scusate le domande sceme. Ora potete scrivere qui tutto ciò che volete!
Grazie per l'interessamento e per l'intervista. 
Trovate i nostri albums su: http://recordheaven.net/

Cheers Fredrik7Anima Morte


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Facci sapere cosa pensi / Voice your opinion