INTERVISTA AI CANCER SPREADING (ITA)


 ENGLISH VERSION HERE: LINK

1. Mi pare che siate in giro da un po', quindi salto la domanda di presentazione solita, ai lettori basti sapere che fate un massicio stench-core influenzato dal metallo estremo, tipo la roba che usciva per Peaceville negli anni '90 (poi correggetemi se sbaglio o non vi ritrovate) e che avete fatto un bel po' di demo EP e splits quindi, più che introdurvi, diteci cosa state facendo adesso e cosa programmate di fare nel prossimo futuro.

Ciao, qui Gabri (voce). Gli altri Cancer Spreading sono Merlo (voce e chitarra), Japa (chitarra), Otta (batteria) e Matteino (basso).Direi che come descrizione calza piuttosto bene quindi non aggiungo altro. Al momento stiamo aspettando che la Neanderthal Records faccia uscire il nostro nuovo Lp chiamato “Ghastly Visions”, e nel mentre stiamo già iniziando a comporre roba nuova. Non abbiamo programmato date nei prossimi mesi, ma per il 2016 abbiamo già un po' di piani che riveleremo quando sarà l'ora.

2. Come città natale il vostro FB segna Modena-Bologna, di Modena so veramente poco (vi giuro, mi viene in mente solo l’aceto). Raccontatemi un po' di questa città: gruppi, spazi, collettivi, clima... insomma come si sta?
Personalmente l'unica influenza che ha avuto la nostra città sui Cancer Spreading è che il clima squallido che si respira nella nostra città ha contribuito ad instillare così tanta negatività nel suono e nell'attitudine del nostro gruppo... almeno, per quanto mi riguarda è così. Ci sono altri gruppi validi e qualche posto che dà spazio anche ai generi come il nostro esiste ancora, ma nonostante tutto odio e odierò sempre vivere in questa città.

3. Ho visto che avete suonato un bel po' in giro anche fuori dall’Italia: come vi siete trovati? Che differenza c’è tra fuori e casa vostra? Che consigli dareste a chi affronta un tour per la prima volta?
Sì, soprattutto negli ultimi anni abbiamo avuto la fortuna di partecipare a un buon numero di tour, minitour e festival vari sparsi per l'Europa... il motivo principale credo che risieda nel fatto che ci sono senza dubbio più estimatori all'estero di quello che facciamo rispetto che in Italia. Le differenze sono tante, ogni paese è più o meno diverso sotto molti aspetti. Sia in positivo che in negativo, sia chiaro. Però credo che la differenza principale risieda nella relativa facilità con cui si può entrare in contatto con una realtà come la nostra, in paesi come la Germania ad esempio ci sono decisamente più persone, gruppi e soprattutto posti dove organizzare... sia squat che youth center che semplici locali, magari gestiti da collettivi punk. Come consigli non saprei proprio, non bisogna mai avere troppe aspettative (ad esempio non si può pretendere il pienone di lunedì sera in un posto sconosciuto di un paese dell'Est Europa... anche se potrebbe succedere) e adeguarsi al cibo di merda: questa sarà una costante!


4. Avete fatto uscire vari splits sia con realtà italiche (Children of Technology, ad esempio) che estere (come i più recenti Fatum o Last Legion Alive). Come vi organizzate per uno split? Scrivete materiale ad hoc per un determinato formato (7” piuttosto che cd o cassetta per esempio)? Oltre alla stima reciproca, ci sono dei requisiti sonori che vi guidano nella scelta di un gruppo con cui splittare?
Sì, quando decidiamo di fare uno split 7” o 12” con un altro gruppo cerchiamo di comporre pezzi più o meno nella lunghezza giusta per il formato...Requisiti sonori particolari non ce ne sono (anche perché sono sempre stato convinto che sia bello fare anche split con gruppi che propongono generi diversi), ovviamente però il gruppo ci deve piacere.In praticamente tutti i casi, gli split che abbiamo fatto sono nati dall'amicizia e della stima reciproca con gli altri gruppi con cui splittavamo, è questa è sempre stata la ragione principale.

5. Altra cosa che mi colpisce dei vostri dischi sono le grafiche sempre ben studiate e molto in tono con il vostro sound. Sono opera vostra o vengono da altri? Sono legate ai testi o immagini semplicemente affini al contesto?
Grazie, è un aspetto che cerchiamo sempre di curare di pari passo con la musica. Secondo me è un lato che in un disco non va trascurato, ho sempre considerato “incompleti” dischi con bella musica ma artwork di merda o comunque per niente  curato... ovvio che la musica è la cosa più importante ma per me anche gli artwork sono comunque un'importante mezzo comunicativo.A parte il nostro “storico” primo logo, fatto dal Merlo, non abbiamo mai curato noi stessi i nostri artwork ma ci siamo sempre affidati ad amici che avessero ben chiaro quello ch è il concept e lo stile del nostro gruppo... dai primi artwork fatti da amici come Geno (ai tempi occupante di Villa Panico e organizzatore di molti dei nostri concerti fatti là, nonché tatuatore di alcuni noi) agli ultimi fatti da Stiv dei Visions Of War e Klaudiusz Witckzack, anch'essi ormai cari amici e sicuramente le persone ideali per trasformare in immagini le nostre visioni distorte. Per quanto riguarda invece i layout dei dischi veri e propri, ho quasi sempre assemblato e curato io tutti i dettagli prima di venire stampati.

6. Mi pare che nel centrino dello split coi Cruel Storm ci sia un'immagine tratta da Berserk (non ricordo se il centrino fosse vostro o dei Cruel Storm, in vero)... quindi vi chiedo: ci sono altri media (film, libri, fumetti) che ispirano l’immaginario dei Cancer Spreading?

In realtà non è nello split coi Cruel Storm, quello di mettere immagini prese da Berserk nei centrini dei 7” è una mia fissa che ho iniziato ad avere da, se non sbaglio, lo split coi Drunkards. Da allora li ho sempre messi.Questo perché sono sempre stato un fanatico di quella serie (soprattutto i primi numeri) e penso che anche quello in qualche modo rispecchi lo spirito deviato e nichilista dei Cancer. Sono ispirato da qualunque tipo di media per quello che riguarda il nostro gruppo: soprattutto per quello che riguarda il background ideologico, possono essere veramente tante le influenze. Come ti dicevo prima, tutto ciò che reputo in qualche modo rifletta il mood dei nostri pezzi e dei nostri testi... Abbiamo sempre usato spezzoni di film come intro di alcuni nostri pezzi: “Buio Omega”, “Bloodsucking Freaks”, “E Tu Vivrai Nel Terrore...L'Aldilà”, “Salò o le 120 Giornate di Sodoma”, “Carnival Of Souls”, “Il Seme della Follia” sono quelli che mi vengono in mente ora... in Ghastly Visions abbiamo usato come outro uno spezzone di “Un Borghese Piccolo Piccolo” di Monicelli, che per quanto non sia un horror o altro, riflette totalmente il nostro spirito e la nostra linea di pensiero. Libri stesso discorso, dal primo 7” coi COT in cui ho usato come commento ai testi dei frammenti della Bibbia (dal Libro di Giobbe) all'ultimo disco che sta per uscire, in cui ho usato un paio di frasi prese da “Diary Of A Drug Fiend” di Alesteir Crowley. Fumetti invece, ho sempre e solo usato Berserk per il momento. C’è una grossa componente affettiva che mi lega a questo lavoro, sono cresciuto leggendolo. Come vedi la quantità di forme diverse di arte che incorporiamo nel nostro gruppo è alta, ma penso che ci sia un filo comune che collega il tutto. Spero che anche i nostri ascoltatori riescano a coglierlo.


7. Ditemi cinque (o quanti volete) dischi che reputate fondamentali e perché.
Questa è difficile, penso ogni membro ti potrebbe dare una risposta diversa... cerco di mettercene 5 che sono stati grosse influenze per i Cancer.
  1. Deviated Instinct: “Welcome To The Orgy” e “Terminal Filth Stenchcore” demo. In questi dischi per noi i Deviated Instinct erano all'apice, marciume totale mai ineguagliato. Fondamentali per la nostra formazione. 
  2. Amebix “Arise!”. Altro capolavoro ineguagliato, non credo abbia bisogno di introduzioni. Personalmente sono sempre stato un fanatico degli ep “No Sanctuary” e “Winter” perché ancora più malati... ma per i Cancer Spreading credo che vada bene “Arise!”. 
  3. Genital Deformities “Shag Nasty Oi!”. Misconosciuta formazione Death Metal/ Crust/ Stenchcore inglese degli anni 80. Nessuno se li è mai cagati, ma noi li abbiamo sempre adorati e sono stati una grossa influenza anche loro per il nostro sound. 
  4. Bolt Thrower “Cenotaph”. Altra enorme influenza, soprattutto per il nostro periodo più “Death Crust” (Age Of Desolation/split 7” coi Black Trinity/Suffering). Credo sia facilmente riconoscibile in molti dei nostri pezzi, e ho scelto questo ep piuttosto che altri solo perché è quello con i pezzi più grezzi. 
  5. Coffins “Sacrifice To Evil Spirit” demo. Questo demo, per quanto non uscito troppi anni fa, lo abbiamo veramente consumato all'epoca della formazione dei Cancer (2006/2007). Credo che anche in questo caso le influenze all'interno di alcuni dei nostri pezzi siano evidenti. Gran gruppo comunque, sto continuando a seguirli e a prendere quasi tutto quello che fanno uscire.
8. Fate un po' di pubblicità a side projects (se ne avete, ma se non sbaglio il vostro cantante urlava pure nei Terror Firmer, ne sono abbastanza sicuro: ho in mano il loro 7” in questo momento) e a gruppi di amici e/o rosticcerie di parenti.
Io e Japa (uno dei 2 chitarristi) fino a poco tempo fa suonavamo nei Black Temple Below, Doom/Sludge marcissimo e oscuro. Purtroppo il gruppo ha da poco sospeso le attività. Oltre a questo io canto anche nei Terror Firmer (Grindcore) e i Gravesite (Death Metal). Japa oltre a questo suonava anche nei Campus Stermini ma non credo siano ancora in attività... così come lui e il Merlo suonavano negli Axis Of Desolation, gruppo di Stenchcore primordiale tipo primi Deviated Instinct. Anche loro purtroppo si sono sciolti. Matteino invece suona anche negli Stasis, gruppo Crust/Metal con membri di Gravesite, Repulsione, Haemophagus e altri 1000 gruppi. Ve li consiglio, gruppo veramente figo.

9. Ho visto che avete condiviso il palco con gruppi Metal tipo i Fingernails o i Bunker 66. Prima la comunione tra due generi come il punk e il metal faceva un po' strano, ora sembrano invece molto più vicini. Ci sono ancora differenze tra le due “scene”?
Ce ne sono parecchie purtroppo. Più o meno tutti noi abbiamo sempre ascoltato anche metal oltre che punk (ed anche altri generi tralaltro) e quindi ci è sempre sembrata una cosa abbastanza normale incorporare influenze di questo tipo... ma ti dirò che entrambi gli schieramenti sono pieni di seghe mentali e barriere gli uni verso gli altri. Agli esseri umani appartenenti a qualunque tipo di schieramento piace molto accapigliarsi su stronzate per via delle piccole differenze  con gli altri schieramenti piuttosto che invece cercare di apprezzare ciò che si ha in comune. La chiusura mentale è una brutta cosa. Fortunatamente ci sono persone che vanno al di là di tutto questo, abbiamo molti amici e “fan” nella scena Metal e spesso abbiamo suonato e collaborato con gruppi Metal. Io stesso canto anche in un gruppo Death Metal ad esempio.



10. Nel vostro suono mi sembra che poco o niente sia lasciato al caso. Come lo avete affinato nel corso del tempo? Avete prestato attenzione a particolari effetti o equipaggiamento?
No, particolari effetti o equipaggiamento direi proprio di no. Siamo poveri, non possiamo permettercelo ahah.Più che altro ti do ragione sul fatto che ormai abbiamo bene chiaro come deve suonare un disco dei Cancer. Col tempo abbiamo abbassato l'accordatura sempre di più, fino a raggiungere al suono rancido e pastoso di oggi.

11. Concludete pure come volete e grazie per essere arrivati in fondo a questo tedio.
Grazie mille per l'intervista, non è stato assolutamente un tedio...Concludo dicendo che spero il prima possibile uscirà “Ghastly Visions”, molto probabilmente la cosa migliore che abbiamo fatto finora... andate a dare un ascolto ai pezzi che ci sono online: LINK.
Lascio anche il nostro contatto: cancerspreading@hotmail.it.
Ciao!

CANCER SPREADING BANDCAMP




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Facci sapere cosa pensi / Voice your opinion