Intervista a Giulio (FOAD Records + Cripple Bastards) by Zan



1) FOAD records è senza dubbio una delle etichette underground più famose in Italia ed ormai nel mondo; quindi le presentazioni non sono necessarie. Piuttosto, su cosa focalizzerà l’attenzione la vostra etichetta nel 2016? Quali sono state le soddisfazioni in merito nell’anno passato?
Grazie per l'introduzione, sono onorato che tu abbia una tale considerazione della F.O.A.D.  Per quel che rimane del 2016 (mea culpa, sono in ritardo enorme nel rispondere a questa intervista) abbiamo il solito ritimo di 2 dischi al mese, come al solito ci sarà un buon equilibrio tra uscite più orientate sul Metal e altre più su HC/Punk e Grind, con qualche digressione su territori diversi (di quest'anno già abbiamo sfornato due Paul Chain e GRČ, sonorità piuttosto lontane da quello che molti si aspettano da noi..).  Non posso anticipare gran che ma per la fine dell'anno potrebbe esserci una grossa sorpresa e per chi ci considera semplicemente un'etichetta di ristampe relegata al passato, ci saranno anche due album nuovi registrati pochi mesi fa...


2) Sembra che ogni vostra uscita abbia più o meno sempre lo stesso “stile”: confezioni curate, grafiche rivisitate, ritocchi alla qualità audio. Vorremmo quindi chiederti: qual è, secondo te, il modo giusto di gestire una release?
Nel realizzare queste uscite io la ragiono così: da collezionista super-appassionato dei generi e delle band che stampiamo, cerco di immaginarmi come mi piacerebbe vedere quella determinata raccolta o ristampa nella sua versione definitiva, e  mi metto nei panni di un'altra persona che da sempre ha desiderato aggiungere l'antologia definitiva del gruppo X tra i suoi dischi, e da lì sviluppo il sogno.  In una prima fase cerco di risalire alla migliore sorgente audio (a volte finisco per vagliare più di 10 copie della stessa registrazione) e poi seguo nel dettaglio l'edit e il mastering. Per quanto riguarda la confezione, cerco di recuperare tutto il possibile e immaginabile tra flyer, foto,
ritagli di fanzine, note ecc e poi lo faccio assemblare dal nostro grafico supervisionando costantemente. Ogni uscita è il frutto del lavoro di squadra di persone appassionate, e l'asso nella
manica è l'avere a portata di mano un buon team di collezionisti maniacali che in tanti casi riescono a fornire master ancora migliori rispetto a quelli che ci passano le stesse band!  Tornando alla tua domanda la risposta in sintesi è: metterci tanta passione e cercare di capire come un fanatico di questo genere di uscite vorrebbe vedersele nella forma definitiva e perfetta.


3) C’è qualche gruppo che vi ha mai fatto richieste assurde? Alla fine del disco degli Eu’s Arse spendete dolci parole su alcuni collezionisti che, a quanto pare, millantavano materiale extra mai saltato fuori. Sono comuni questo genere di cagate quando si mette insieme del materiale?
Sì le richieste assurde ci sono state e nella maggior parte dei casi da band Italiane..  Più i componenti escono da un lungo periodo di "ibernazione" senza una visione dettagliata su come si è evoluta la scena nell'arco degli anni, più perdono il senso della realtà per quanto riguarda le richieste o il modo di rapportarsi a un'etichetta come la nostra.  Il caso Eu's Arse che immagino hai letto nelle note incluse nel disco ha invece a che fare con due persone che avevano promesso (o fatto sperare) di fornire del materiale utile e poi si sono eclissate o hanno avuto una svolta negativa. Uno dei due era Mats della Distortion Svedese che appunto millantava di avere l'unica copia integrale del Demo 1985 con alcune tracce in più (il master in possesso della band è tagliato perchè la sorella di uno di loro aveva sovrainciso da un certo punto in avanti dei pezzi dance regitsrati dalla radio..).  Fatto sta che ha continuato a prometterci quel materiale per mesi, gli avevo addirittura proposto di mandare a casa sua un fonico della sua città (Gotheborg, dove spesso abbiamo registrato con i CB) per prendere il nastro, digitalizzarlo e restituirglielo in giornata, ma niente.. l'ultimo suo messaggio era stato "Non preoccuoparti, sto aspettando che il corriere venga a ritirare il pacchetto per te con il master" e poi si è eclissato del tutto. In concreto o non aveva nulla o scavando nei suoi archivi non l'ha mai trovato ma ha continuato a delirare finchè non lo abbiamo messo alle strette. Il secondo caso è ancora più assurdo.. si tratta di un collezionista del Sud Italia imbottito di soldi che spende cifre stratosferiche in qualsiasi cosa, dalle rarità di Punk italiano a memorabilia, a per dire.. la chitarra che aveva Joe Strummer nel determinato concerto storico. Fin qui niente di male, ma il discorso è che da quando un "pezzo" entra in suo possesso, resta blindato per sempre nel suo bunker perchè il tipo disprezza in modo viscerale chi tenta di rimettere alla portata di tutti contenuti di copie singole o di registrazioni delle quali magari esistono solo una manciata di esemplari. Nel nostro caso, sembra che lui avesse una bobina con su la registrazione di un concerto in Friuli dove si ipotizzava ci fossero anche gli Eu's Arse.  Alla nostra prima richiesta di lasciarmi sbobinare il materiale una volta che passava da Milano, sotto la sua supervisione, ovviamente ho avuto la negativa senza tante spiegazioni. In seguito ha poi provato a contattarlo direttamente la band e c'è stato un mezzo approccio, ma quando si è accorto che dietro c'era la ristampa FOAD, si è incarognito all'ennesima potenza ed è andato tutto in fumo. Triste come atteggiamento ma triste anche il fatto che nei ricambi generazionali, traslochi, smantellamenti di vecchi CS, nei tanti personaggi ridotti al lastrico da chissà quali motivi, alla fine si è sviluppata una schiera di questi pescecani con la mazzetta pronta che spazzolano via materiale così importante e da lì lo segregano per sempre tra le loro 4 mura. Non è l'unico caso del genere.
Quindi su Eu's Arse si può ipotizzare che possa esistere materiale non incluso nella nostra antologia ma mai nessuno ha confermato la veridicità di queste fonti.. e ad esempio quella famosa bobina non essendo mai stata passata, magari contiene tutt'altro!

4) Di solito chiediamo la top 5 (o “top quanto viene in mente”) dei dischi preferiti. Questa volta però vogliamo una lista particolare, se possibile relativa all’hc giapponese, visto che avete inaugurato una sezione del vostro store dedicata a ciò. Parlaci un po’ di quali sono i dischi migliori del sol levante! Side question: ci sarà qualche uscita made in Japan per FOAD? (io la butto lì: una bella raccolta dei Judgment la prenderei al volo).
E nel frattempo avrai visto che la nostra prima uscita di Hardcore Giapponese è arrivata, la discografia in LP dei grandissimi NAPALM di Sapporo. In futuro ce ne saranno altre.  Per i Judgement, la proposta c'è stata ma al momento non hanno intenzione di ristampare nulla, vogliono che i 5 singoli restino così nella loro forma originale.  Sulla classifica preferiti... è molto dura perchè c'è una miriade di dischi stupendi, centinaia e centinaia. Io sono un maniaco sfegatato del settore e credo in Italia il collezionista più completo (anche se - tornando al discorso di prima - sono uno di quelli che se serve, le registrazioni le passa!).  Come top 10 (impossibile solo 5!!!!) potrei indicarti i dischi che a mio gusto sono essenziali per chi non conosce e vuole approcciarsi al genere:

  • Death Side "Wasted dream" ma anche tutto il resto
  • Bastard "Wind of pain"
  • G.I.S.M. "Detestation"
  • Kuro "Who the helpless"
  • Swankys "The very best of hero"
  • Confuse - tutto
  • Nightmare "Give notice of a nightmare"
  • Gauze "Equalizing distort" e "面を洗って出直して来い"
  • Systematic Death - tutto, in particolare il primo periodo
  • Warhead "Cry of truth"
..già siamo a 10 e sto lasciando fuori colossi come Lipcream, Outo, Gudon, Disclose, Judgement, Gai e troppi altri! 

(EXTRA) da quanto apprendiamo dal tuo profilo FB, hai assistito alla reunion show dei mitologici G.I,S.M. Come è stato? Hanno ancora la stessa intensità? Il chitarista è stato altezza del compianto Uchida? Sakevi è ancora pazzo? pensiamo sia un gruppo che ha influenzato lo stile canoro dei CB degli esordi, ci sbagliamo? Immagino ora starai attendendo lo show dei Deathside...
Sì non riuscivo a crederci quando hanno annunciato quella data G.I.S.M. e ovviamente mi ci sono fiondato, appoggiandomi al fatto che in quei giorni con FOAD lavoravamo a Utrecht (non distante da Tilburg dove hanno suonato) per la Fiera Mondiale del Vinile.  Non hanno deluso le aspettative e la scaletta è stata incredibile, quasi tutto "Detestation" e addirittura pezzi più vecchi come "Fire", "Death exclamations" ecc.   Alla chitarra Souichi dei Forward è stato assolutamente all'altezza, anche nel riprodurre bene gli assoli.   Death Side li ho già visti l'estate scorsa a Tokyo con Warhead, Tetsu Arrey, Poison Arts e Rapes, uno dei concerti più devastanti a cui ho assistito in vita mia, e sicuramente li rivedrò all'Obscene.  


5) State per buttare fuori "Sloboda Narodu" dei GRČ, gruppo della Yugoslavia di cui ignoravo sinceramente l’esistenza. Ne parlate come uno dei dischi più oscuri mai fatti. Puoi parlarcene? So, da altre interviste, che ha influenzato “splendore e tenebra” dei Cripple Bastards, sbaglio? C’è qualche altro gruppo che proviene dalla Yugoslavia che è degno di nota?
Sì GRČ LP (ormai fuori da qualche mese) è il classico caso di disco realizzato solo per passione e ostinazione ignorando del tutto il fattore "venderà o meno".  Questo album fenomenale era stato registrato nel 1987 e credo per mancanza di fondi uscito solo su cassetta, malgrado la produzione davvero notevole. Il genere è una sorta di post-Punk con influenze Dark, angosciante, tetro e ultranegativo. Per me è legato a dei ricordi forti perchè poco dopo la sua uscita un amico di quel periodo mi aveva martellato ad oltranza affinchè lo ascoltassi e continuato per mesi a ripetermi i testi a livelli ossessivi, fino a quando in qualche modo mi è rimasto dentro, contrassegnando anche diverse esperienze di quella fase antecedente alla guerra 91-95.  Nell'arco degli anni ho continuato spesso ad ascoltarlo e a cercare di introdurre nei CB qualche spunto da quello che mi trasmetteva. Il testo di "Splendore e tenebra" è stato un po' la consacrazione definitiva di tutto il discorso.  E in seguito il poterlo ristampare in vinile curandolo nel minimo dettaglio puoi immaginare quanto mi abbia fatto piacere. Complice di questo progetto anche il mio socio Luca che a forza di ascoltarlo negli interminabili viaggi in furgone tra un festival e l'altro, è stato poi lui a proporre di provare a farlo uscire in LP a rischio, consci del fatto che pochi fuori dalla ex Yugoslavia fossero a conoscenza di questa band. E alla fine è stata una sorpresa perchè ha avuto un feedback positivo ovunque, anche da paesi dove non immaginavo che potesse suscitare interesse. Altri gruppi ex-Yu degni di nota ce ne sono tantissimi, un po' li sta ristampando la Ne! Records, noi prima di GRČ avevamo fatto i Brainstorm serbi.. in futuro vedremo.  Anche qui sto assemblando un archivio enorme di materiale uscito negli ultimi 30 anni in quei territori, in modo da avere una visione completa e riuscire a identificare le famose perle nascoste che meritano di essere rispolverate con una riedizione di qualità possibilmente in vinile.

 6) Domanda sui Cripple Bastards: si parla sempre di dischi in inglese o dischi in italiano… Ma avete mai pensato di farne uno in serbo?
No, non ci abbiamo mai pensato e non credo che mai succederà.  La band è nata in Italia e la nostra prima lingua è l'italiano, sentiamo che sia il modo più appropriato e diretto per esprimerci. In passato comunque qualcosa c'è stato, "Rak ne prestaje" sul terzo album e anche brani come "Bane", "Radije volim" o "Danas je dan za lijenčine" (questo ad esser precisi è in Croato).

7) È uscito un 7” degli Isolation As Cult, tuo progetto noise-core in puro stile anni 90. Come è nato e che sviluppi avrà questa band?  È noto agli esordi dei CB suonavi la batteria oltre che cantare; non ti è mai venuta voglia di tornare dietro alle pelli in qualche band, magari anche con sonorità di diverse dai CB?
Isolation As Cult sono io con Carlo del Toxic Basement Studio. É la continuazione dell'ominimo one-man demo uscito nel 1990. Sì è Noisecore totale che mescola la scuola 7MON, Sore Throat, VNA, Anal Cunt con l'approccio sonoro di gruppi Noise/Punk Giapponesi come Gai, Confuse, Dust Noise, State Children, Toxo Vomit e tanti altri.   Alla batteria sono troppo arrugginito perchè ormai è tanti anni che non la suono. L'ultima volta "seria" è stata nel 2001 con i SONDERKOMMANDO, un progetto Hardcore che avevo con componenti di Kontatto e Campus Sterminii quando ancora stavano a Novara.


8) Ho sentito rumors (dico cosi perché non ricordo dove esattamente) di un vostro split CB/RDP. Puoi dirci qualcosa a riguardo?
Sì, se ne parla da tempo. Non so ancora quanto ci vorrà e quando sarà pronto, lo lascio a sorpresa.

9) Avete suonato con i CB in Messico, se non sbaglio ad un festival dedicato a Jesse Pintado. Com’è andata? In che modo è vissuta la musica estrema da quelle parti? C’è stato qualche episodio degno di nota?
É stato un tour molto valido (oltre al Messico ha anche toccato California e Texas). In Messico siamo passati a Tijuana, Città del Messico e Guadalajara. Lì per il nostro genere e per l'HC più incazzato c'è una scena e un seguito enorme. Era da tanto che ci chiedevano di andare e le date sono state memorabili, tra tutte Città del Messico...


10) Mi ricordo che sul sito dell’allora E.U.91 pubblicavi una rubrica intitolata “Weekly Offence” che, purtroppo, non trovo più. Hai mai pensato di ripubblicarli e/o scrivere qualcosa di simile per qualche rivista-zine? Rivedremo mai il mitico marchio E.U.91?
No niente più weekly, da parte mia solo dischi. Sono completamente stufo di tutto il delirio che nell'arco degli anni è scaturito da queste storie - spesso interpretate a cazzo, da come sia stato riacceso e distorto dall'avvento dei social, le varie ripercussioni ai limiti della demenza che ci sono state fino a poco tempo fa. Mi era stato proposto di ripubblicarli all'interno di un ipotetico libro sui CB. Deve avere un senso ed essere inquadrato bene nel suo contesto, se no preferisco lasciarli archiviati su qualche hard disk o dimenticati per sempre. Rivista/zine legata a FOAD può piuttosto dare spazio ad alcune interviste che avevo fatto ai tempi e soprattutto al riportare alla luce i vecchi numeri della mitica FOAD 'zine realizzata dal mio amico Marco Garripoli... ma manca il tempo per assemblare un progetto del genere.
E.U.'91 non è morto come marchio ma resta lì, ogni tanto quando c'è un filo logico con uscite iniziate molto tempo fa viene riesumato anche su uscite FOAD a mo di coproduzione (vedi Nerorgasmo e Yacopsae) ma per adesso direi che è in pausa.


11) So che hai cantato anche con i Patareni e che questa band è alquanto leggendaria ed unica ma non so molto di loro. Ti chiedo quindi: come sei entrato in contatto con loro? Puoi raccontarci qualche aneddoto?
Per me i Patareni sono uno dei migliori gruppi Grind mai esistiti.  Li ho iniziati ad ascoltare verso la fine degli anni Ottanta quando passavo più tempo nella ex Yugoslavia ed è nata una grande passione. Li ho poi conosciuti di persona nel '93, e da lì è iniziato uno strano rapporto di amicizia/odio che è durato per tanto tempo. Nel 2001 mi è stato chiesto di andare a Zagreb a cantare su una session in studio, per un totale di 20 brani.  Ne sono poi stati pubblicati solo una piccola parte, alcuni sono anche andati persi. La stessa cosa mi è stata riproposta 3-4 anni fa, di nuovo per un mucchio di materiale. Anche lì il chitarrista fondatore ha poi iniziato a perdersi e ad accantonarli per pigrizia al che mi sono scassato il cazzo e ho mandato tutto affanculo. É poi uscito un LP intitolato "Život Ne Osjećam" che raccoglie buona parte dell'ultima session, si trova ancora in giro... lo consiglio!

12)  Un’altra collaborazione che mi ha sempre incuriosito è quella coi Mombu per la cover di Fela Kuti “Zombie”. Com’è nata? Ti piace l’afro beat o quel genere di sonorità?
No non mi piace l'afro beat però apprezzo Mombu e ZU. Come featuring era complicato e molto particolare, quindi l'ho un po' vista come una sfida e mi ci sono lanciato.


13) Il tedio è finito! Grazie. Ti lasciamo questo spazio libero per scrivere ciò che vuoi tu. A presto!
Grazie a te per lo spazio dedicato a FOAD e a quello che faccio. Lascio qualche link:



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Facci sapere cosa pensi / Voice your opinion